I corsi delle ASL…

Manca solo che ci convochino i Servizi Sociali del nostro Comune, che attesa snervante!

Le tante coppie adottive che abbiamo conosciuto prima di depositare i documenti in Tribunale ce lo avevano anticipato… “sarà dura sopportare le lunghe attese, ma voi tentate di riempirle di contenuti…”

Allora abbiamo seguito il consiglio, abbiamo iniziato a cercare associazioni che potessero aiutarci a capire meglio il mondo dell’adozione, cosa vuole dire essere genitori adottivi. Siamo stati fortunati perchè tra Varese e Milano vi sono molte associazioni di genitori adottivi e tante occasioni per poter far maturare al meglio la nostra genitorialità “alternativa”. Alcune associazioni (“Le Radici e le Ali“, “Un mondo di sorrisi colorati“) ci hanno aiutato molto anche “solamente” per gli indispensabili momenti di condivisione (ricordate che condividere l’attesa è un grande aiuto!). Frequentando le associazioni abbiamo capito anche l’importanza di frequentare uno dei corsi sull’adozione che periodicamente organizzano le Asl (questi i contatti per quelli della provincia di Varese) in cui grazie alla presenza di psicologa ed assistente sociale abbiamo compreso il significato vero, le difficoltà e le immense gioie dell’essere genitori adottivi. Eravamo una decina di coppie a frequentarlo; coppie che dovevano chiarirsi le idee e capire se quella poteva essere la loro strada, coppie già avanti nel percorso adottivo e poi noi che portavamo già nel cuore un’idea al contempo vaga e ferma. Volevamo sicuramente essere genitori adottivi.

Chissà che fine hanno fatto le coppie che hanno frequentato il corso con noi?!? Continua a leggere

Ed ora via… al Tribunale dei Minori

Sono i primi giorni di agosto, e di buon ora siamo davanti all’ingresso del Tribunale dei Minori di Milano destinazione cancelleria adozioni. Tutti i documenti sono pronti, siamo decisi, depositeremo sia la disponibilità all’adozione nazionale che per quella internazionale!!!

Sono tesissimo: è il gran caldo di questi giorni milanesi o è la tensione a farmi sudare così?!? Non posso entrare in cancelleria così mal messo…aiutooooo!!! Guardo Dany, mi sorride, è così serena! Vederla così mi tranquillizza un po’…stiamo per andare a cambiare le nostre vite!!!

“Secondo piano, prima porta a destra (…questo è il cammino)” così il poliziotto all’ingresso ci indica la nostra nuova via; troviamo la porta della cancelleria adozioni, ci sediamo ad attendere ed al nostro fianco vi è un signore piuttosto attempato, lo salutiamo con un sorriso teso, io e Dany ci guardiamo, stiamo pensando la stessa cosa… “caspita, un po’ vecchio per adottare!”. Lui ci guarda ci sorride e come se ci avesse letto nel pensiero e ci dice “non preoccupatevi, sono solo un nonno adottivo”; eccoci abbiamo appena fatto la nostra prima gaffe ed al contempo capito come l’auto-ironia sia una grande risorsa del mondo delle famiglie adottive.

E’ il nostro turno, finalmente varchiamo la porta della Cancelleria, ci attende una stanca impiegata (stanca?! ma sono le 9 del mattino!) consegniamo tutti i moduli compilati… un timbro e via, la cartelletta si deposita in mezzo ad altre centinaia (speriamo non si perda!), ma noi siamo felici come se fosse l’unica presente, la più importante!!!. Il primo passo ufficiale è stato fatto, siamo genitori in pectore ed ora inizia la nostra lunga “dolce attesa”!!!